• Home
  • Ambiti d'intervento>
  • Disturbo ossessivo compulsivo

Disturbo ossessivo compulsivo

Il disturbo ossessivo compulsivo può insorgere nella nostra mente in qualunque modo fino a compromettere l’equilibrio di una sana ragionevolezza.

Tutto deve essere “sotto controllo”   , ciò che sfugge è fonte di  preoccupazione,
inquietudine, ansia.

Un’emozione di rabbia (pervasa da ansia) ci assale , ci confonde, ci disorienta: costruisce “ una trappola” di cui noi diventiamo “vittime impotenti”

Nel DOC il sintomo dell’ansia viene esperito quando il soggetto cerca di resistere alle Ossessioni o alle Compulsioni.

Come si struttura questo problema: l’inevitabilità e l’irrefrenabilità sono le prime “spie” di una compulsione ; la terza è la ritualità cioè quando una “sequenza” di azioni o pensieri stereotipati diventano rassicuranti e capaci di promuovere l’effetto desiderato.

Mettiamo dunque in atto delle compulsioni che sul momento “sedano” le nostre emozioni, ma in realtà alimentano il nostro problema: la persona è “obbligata” da un pensiero ossessivo a mettere in atto una sequenza di azioni ritualizzate con una funzione diversa.

Alle suddette sequenze si accompagnano, in taluni casi, richieste di rassicurazione e manifestazioni di evitamento.

Si può superare questo problema anche con un percorso terapeutico?

Certo, ed è inoltre necessario affrontarlo perché il disturbo DOC può solo progredire in forme diverse e più complesse, dunque come si esce da queste “trappole mentali” mediante percorsi pianificati di terapia breve strategica.


Dott.ssa Giovanna Franceschini
Psicologa Psicoterapeuta, specializzata in Terapia Breve Strategica a Marina di Carrara

Ambiti d'intervento

Dott.ssa Giovanna Franceschini

Psicologa Psicoterapeuta, specializzata in Terapia Breve Strategica

Partita IVA 01372380111
Iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Liguria col n. 07 1746

Info
2020. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione delle pagine e dei contenuti di questo sito.